Congresso Cia: De Poli, paese chiede aperture, non dazi

2010-02-24T16:55:00
Roma, 24 FEB (Velino) – “Per la ripresa serve apertura, non dazi e protezionismo”: incontrando i giornalisti a Treviso, Antonio De Poli ha risposto ad una domanda sulla polemica tra Zaia e gli agricoltori della CIA. “Non e’ solo un problema tra il ministro e gli agricoltori. E’ lo specchio – ha detto il candidato Udc alla presidenza del Veneto – di come la Lega intende governare in ogni settore, chiudendo e tirando su muri, quando invece questo e’ il momento di rilanciare la nostra economia dentro il contesto internazionale. Colpisce il fatto che gli stessi agricoltori della CIA – ha sottolineato De Poli – contestano il richiamo continuo a pratiche protezionistiche. E la loro richiesta e’ chiara: il ministro dell’agricoltura deve lavorare per ‘tutelare’ le produzioni italiane, e non per ‘metterle sotto tutela’”.










Lascia un commento