Regionali Piemonte: Cesa, monsignor Cota non ci bacchetti

2010-02-27T17:55:00
(ANSA) – TORINO, 27 FEB – ‘Vedo che ogni tanto ‘monsignor’ Cota ci bacchetta, ma non puo’ permetterselo: noi abbiamo sempre difeso piu’ di ogni altro i valori importanti, a cominciare dalla famiglia’. Cosi’ il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa, oggi a Torino e in altre citta’ piemontesi per la presentazione delle liste dei candidati alle Regionali di fine marzo.
Cesa ha indirizzato una frecciata a Cota, capogruppo della Lega Nord alla Camera e candidato del centrodestra alla presidenza del Piemonte, ma a tutto il Caroccio: ‘Sembra quasi che non sia un partito di governo, invece dovrebbe dare quelle risposte che il governo non sta dando al Paese’.
‘Ricordo alla Lega Nord – ha detto ancora Cesa – che, grazie alla scelta di coraggio che abbiamo fatto due anni correndo da soli, loro occupano poltrone comodissime. Avremmo potuto esserci noi in quei ministeri e probabilmente sarebbe stato il bene dell’Italia’.










Lascia un commento