Abruzzo, ricostruzione: Mantini, all’Aquila con popolo carriole

2010-03-01T13:54:00
(ASCA) – Roma, 1 mar – ‘La manifestazione delle carriole all’Aquila e’ stata una festa della democrazia, una pagina di speranza. Sono orgoglioso dei miei concittadini’. Lo ha spiegato in una nota Pierluigi Mantini dell’ Udc.
‘Le macerie dell’Aquila sono il segno piu’ evidente dei molti problemi irrisolti, della ricostruzione che non e’ partita per responsabilita’ di molti.
Bertolaso e’ stato ‘cattivo’ nel lasciare l’avvio della soluzione ai sindaci, sapendo che tutto si sarebbe disperso nel localismo e nell’affarismo inconcludente. Era compito suo individuare, con gli enti locali, poche grandi aree di stoccaggio e avviare gare pubbliche europee per il riciclo degli inerti, che sono una risorsa, e non per il solo conferimento nelle cave. Prendersela con le leggi, come fa anche il sindaco Cialente, non serve, e’ sbagliato.
L’idea di trasportare le macerie fuori dall’Abruzzo – ha aggiunto Mantini – e’ semplicemente folle, insostenibile sotto il profilo economico e pratico.
Ho parlato con il ministro Prestigiacomo e ho fiducia che, finalmente, si possa giungere ad una soluzione razionale’.










Lascia un commento