Ddl corruzione: D’Alia, riciclaggio di aria fritta

2010-03-01T18:50:00
(ANSA) – ROMA, 1 MAR – ‘Da un primo esame, la proposta del governo piu’ che un testo contro la corruzione integra la fattispecie di riciclaggio di aria fritta e traffico di parole in liberta’. La corruzione e’ una realta’ radicata ad ogni livello di governo e non deve essere ‘osservata’, ma contrastata duramente’. E’ quanto afferma in una nota il presidente dei senatori Udc, Gianpiero D’Alia. ‘Certamente – continua D’Alia – valuteremo il testo quando verra’ ufficializzato, ma dalle parole del governo sembra che si voglia risolvere il problema della corruzione aggravando, e non semplificando, l’azione amministrativa con piani ministeriali ed osservatori che hanno tutto il sapore del fumo negli occhi.
D’altra parte, visto lo stato di disagio permanente in cui si trova la maggioranza non credo gli si possa chiedere di piu’ e di meglio. Per usare una metafora tanto cara al Presidente del Consiglio – conclude il capogruppo centrista – sarebbe come chiedere al tacchino di anticiparsi il Natale’.

 

 










Lascia un commento