Cesa: “Sono stati degli inesperti, le regole vanno seguite”

2010-03-03T10:20:00

3 MAR – L’intervista al segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, pubblicata su ‘la Repubblica Roma’. “Pentito di aver scelto il Pdl nel Lazio? No, nessun pentimento. Per noi la Bonino, con tutto il rispetto per la persona, era una candidata intollerabile. Noi siamo per il rispetto della vita, della famiglia, delle istanze cattoliche. Comunque nel resto d’Italia in sei regioni andremo da soli.

Ma ha visto cosa succede? Non si è pentito di aver scelto il Pdl? «No, nessun pentimento» risponde il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa. «Abbiamo fatto una scelta molto oculata, nel Lazio eravamo all’opposizione di Marrazzo e siamo rimasti coerenti. Per noi la Bonino, con tutto il rispetto per la persona, era una candidata intollerabile. Noi siamo per il rispetto della vita, della famiglia, delle istanze cattoliche. Comunque nel resto d’Italia in sei regioni andremo da soli».

Però avete regalato il Manuale del perfetto presentatore di liste e Casini non ci va leggero…
«Beh sì, il Pdl ha dimostrato grande leggerezza nel gestire le cose formali. Ci sono norme precise, vanno seguite. Noi siamo stati meticolosi. Però, i problemi del listino credo siano superabili».

Non è che lei assolve i pasticcioni del Pdl perché, senza loro, voi e la Destra, sareste i più beneficiati?
«Ma no. E raddoppieremo gli sforzi, ancora più campagna sul territorio. Cercheremo i voti dei moderati e dentro Fi in molti possono vedere in noi un riferimento. Certo, sia chiaro, spero che il Pdl venga recuperato».

Siete ancora sicuri che la Polverini può vincere?
«Sicuri, sì. Confidiamo in una bella campagna elettorale. E noi dell’Udc siamo stati gli unici ad aver parlato di questioni concrete: sanità, piano casa, quoziente familiare, crisi delle imprese».

Che idea vi siete fatti del pasticciaccio?
«Che è il frutto della situazione dentro al Pdl nato due anni fa. Dentro ci sono An, Fi, pezzi di socialisti, senza una struttura di partito solida ed esperta come la nostra».

 










Lascia un commento