Crocifisso: Bosi, a Vicchio estremismo antireligioso

2010-03-03T20:49:00

(ANSA) – FIRENZE, 3 MAR – ‘E’ un fatto grave quando si prendono decisioni di questo tipo. Ma lo e’ ancor di piu’ se si pensa che nel territorio di Vicchio c’e’ Barbiana dove ha avuto sede la scuola di Don Milani di cui gli abitanti della zona vanno fieri. Hanno ferito anche il suo ricordo e la sua eredita”. Lo afferma Francesco Bosi, candidato alla presidenza della Regione Toscana per l’Udc, commentando l’ordine del giorno approvato al Comune di Vicchio che toglie i Crocifissi dai luoghi pubblici.

‘E’ una decisione tanto piu’ assurda – aggiunge – visto che avviene all’indomani dell’accoglimento del ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo per mantenere il crocifisso nelle scuole. Si tratta di un estremismo antireligioso e anticulturale che ferisce la coscienza della maggioranza dei cittadini’.

 










Lascia un commento