Regionali: Buttiglione, si’ soluzione, no ad atti di forza

2010-03-05T19:26:00
(ANSA) – ROMA, 5 MAR – ‘Ci teniamo a sollecitare il governo e la maggioranza PDL-Lega affinche’ nelle attuali circostanze si muovano con attenzione. Siamo sensibili al problema democratico che si e’ creato con il fatto che milioni di cittadini si trovino a non poter scegliere candidati cosi’ rilevanti, e per questo siamo disponibili a verificare quali soluzioni legittime possano essere intraprese, purche’ condivise. Ma il Governo stia attento a non peggiorare la situazione con atti di forza e con atteggiamenti di arrogante autosufficienza’: lo afferma il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione.
‘Chi ha sbagliato ammetta l’errore e si scusi, e faccia in modo di realizzare un’ampia convergenza su una possibile soluzione. Solo la via della piu’ ampia condivisione puo’ portare a un’uscita corretta da questo groviglio. Non si puo’ dare l’impressione di fare e disfare le regole a proprio uso e consumo. Chi ha sbagliato e’ giusto che paghi: in molte consultazioni e’ gia’ capitato che liste importanti siano rimaste escluse dal voto. E’ successo anche all’Udc a Trento, e abbiamo accettato di non partecipare. Le regole – prosegue – non sono formalismi burocratici, ma sono l’essenza delle garanzie democratiche. Se alcune regole sono da aggiornare, le si aggiorni, ma non le si infranga’.
‘Ci auguriamo che i cittadini italiani vengano rispettati in tutto e per tutto: nell’avere la garanzia che le regole vengono rispettate e nel poter esprimere al meglio la scelta dei loro rappresentanti politici’, conclude.










Lascia un commento