Terremoto: Casini, gente protesta perche’ descritto paradiso

2010-03-06T12:58:00
(ANSA) – PARMA, 6 MAR – ‘In questi mesi da parte del governo abbiamo vissuto una rappresentazione della realta’ che non e’ poi quella che la gente vive. Si e’ esagerato in tutto, anche nel descrivere come il paradiso in terra le case costruite da Berlusconi dopo il terremoto. Quelle abitazioni sono state un’ottima cosa. Levare dalla tenda la gente per darle un tetto dove vivere, nel giro di nove mesi, e’ un ottimo risultato. Ma se si vogliono rappresentare le cose in modo esagerato, come se fosse stato costruito il paradiso in terra, allora non ci si deve stupire se poi la gente va con le carriole a recuperare le macerie nel centro storico di L’Aquila dove non e’ stata spostata nemmeno una pietra’. Questo il commento di Pierferdinando Casini, a Parma per un appuntamento elettorale in vista delle elezioni regionali sulla la situazione delle zone colpite dal sisma dell’Abruzzo.
‘Se qualcuno di voi abitasse nel centro storico e venisse mandato a vivere nella estrema periferia sarebbe ovviamente contento di non abitare piu’ in una roulotte ma vorrebbe ritornare al piu’ presto nel suo habitat – ha proseguito il leader dell’Udc – Oggi sono stati costruiti dei quartieri dormitorio dove non c’e’ una piazza, non c’e’ un bar, non c’e’ un luogo di aggregazione’.










Lascia un commento