Regionali: Pezzotta, Formigoni lontano da cultura moderata

2010-03-06T19:35:00
Milano, 6 mar. (Adnkronos) – Il centrodestra e Roberto Formigoni, ricandidato alla presidenza della Regione Lombardia, “in questa vicenda hanno dato una pessima immagine e hanno dimostrato di essere lontani da una vera cultura di moderazione”. Cosi’ il candidato presidente dell’Unione di Centro alle regionali in Lombardia, Savino Pezzotta, commenta la riammissione della lista “Per la Lombardia” di Roberto Formigoni
Secondo l’ex segretario generale della Cisl “tutta questa vicenda ha comunque offerto ai lombardi uno spettacolo poco edificante. Restano sul campo le grida, le supponenze e la diffusione di sospetti. Gli elettori lombardi che credono in una visione mite, dialogante, razionale, riformatrice della politica devono sapere che al populismo e al bipolarismo muscoloso e rissoso,l’unica alternativa e’ il centro’.
“Non c’era bisogno di un decreto interpretativo e di questo clima esasperato – ha concluso Pezzotta – mi auguro che si torni a parlare del futuro della Lombardia anche perche’ fino ad ora tra complotti, tribunali e carte bollate, io non ho ancora capito cosa propongono i miei avversari per governare la nostra Regione e per risolvere i tanti problemi che sto vedendo stando a contatto con la gente’.










Lascia un commento