Regionali: campagna Galletti sui treni, starò tra pendolari

2010-03-08T13:55:00
(DIRE) Bologna, 8 mar. – Gianluca Galletti, deputato Udc e candidato alla presidenza dell’Emilia-Romagna, sale in carrozza: “Nei prossimi giorni- annuncia a Radio Citta’ del Capo- girero’ sui treni dei pendolari dell’Emilia-Romagna per mettere l’accento su questo fatto”. Ovvero che sul trasporto ferroviario ci sono stati troppi tagli (“Bisogna ripristinare le risorse”) e che, “a livello regionale, i contratti di servizio sono da rifare; quelli attuali non danno garanzia di un buon trasporto”.
In radio, poi, Galletti rilancia i temi centrali della sua campagna: ‘no’ ai Dico all’emiliana “e piu’ aiuti alle famiglie costituzionalmente riconosciute” con accesso ai servizi in base al redditometro e facilitazioni a favore delle coppie sposate.
Del resto, aggiunge, “i Dico all’emiliana non funzionano nei fatti: applicati alla graduatoria per gli alloggi sono stati un fallimento totale. Quel provvedimento lo dovrebbe cancellare chiunque, anche Errani se vince”. Il deputato Udc promette cambiamenti anche sulla Ru486 perche’ “non e’ sicura per la donna e quindi metteremmo regole piu’ stringenti”. Confermata anche la riduzione degli assessorati e l’affidamento, nella sua eventuale giunta, di una delega “alla sussidierieta’ e alla trasparenza.
Vorrei contrapporre alla Regione centralizzata di Errani una Regione sussidiaria, ‘leggera’ che da’ indirizzi e controllo e gestisce il meno possibile”. Quindi, puntare sui “buoni” in scuola e formazione professionale, per creare vera concorrenza tra i soggetti in campo. E sulla sanita’ ha in mente un’Authority che decida le nomine dei primari: “Un sistema dove l’erogatore e’ anche controllore puo’ produrre solo disastri. E segni di cedimento, anche di qualita’ del servizio sanitario, si stanno vedendo pure qui. Senza un nuovo modello di gestione, la sanita’ emiliano-romagnola sara’ in crisi”.










Lascia un commento