8 marzo: Bianchi, non confondere giovani su pillola giorno dopo

2010-03-08T15:29:00
Roma, 8 mar. (Adnkronos) – “Consiglio un esame di coscienza a chi tenta di confondere i giovani spacciando la pillola del giorno dopo per un contraccettivo come tutti gli altri, presumendo che cio’ sia prerogativa di una sessualita’ libera e responsabile”. E’ il commento di Dorina Bianchi, responsabile nazionale Udc per la Sanita’, alle parole di Annalisa Chirico, candidata della Lista Bonino-Pannella a Roma. La senatrice centrista replica cosi’ all’iniziativa di presentare, in occasione della festa della donna, una petizione popolare per chiedere di abolire l’obbligo della ricetta medica per la pillola del giorno dopo.
“La pillola del giorno dopo -spiega Bianchi- e’ un farmaco a base ormonale e come ogni farmaco puo’ avere effetti collaterali.
Insegnare alle giovani donne ad assumerlo in funzione contraccettiva -conclude- significa non avere a cuore la loro salute”.










Lascia un commento