Regionali: Casini, Di Pietro suona flauto e Pd gli va dietro

2010-03-10T17:36:00
(ANSA) – ROMA, 10 MAR – E’ l’Udc a ‘tirare le fila’ di questa giornata politica cadenzata dalle conferenze stampa del leader del Pdl Silvio Berlusconi, del segretario del Pd Pier Luigi Bersani e del leader dell’Idv. Pier Ferdinando Casini, con accanto il segretario del Partito Lorenzo Cesa, ribatte sul leit motiv caro ai centristi: ‘Non ci piace questo bipolarismo muscoloso e rissoso, che ricorre alle piazze, non riconosce i propri errori e fa la voce grossa per non parlare dei problemi reali della gente.
Berlusconi doveva riconoscere i propri errori chiedendo scusa agli italiani e non indire una manifestazione. Il Pd anche sta sbagliando completamente strada.
‘Il pifferario Di Pietro suona il flauto magico e il Partito democratico gli va dietro. E’ gravissimo – precisa Casini – ad andare in piazza con chi, come Di Pietro, fino a ieri chiedeva l’impeachment del Capo dello stato’. Ma l’errore del Pd secondo Casini non e’ solo quello di accompagnarsi a Di Pietro, ma anche quello di ricorrere all’ostruzionismo parlamentare. ‘E poi’ su cosa? sul decreto enti locali, sugli ordini del giorno?
-sottolinea Casini – la gente non capisce le motivazioni, mi auguro che questo ostruzionismo parlamentare finisca’.










Lascia un commento