Regionali: Casini, mancanza rispetto gestire voto cattolici

2010-03-16T16:03:00
(ANSA) – LA SPEZIA, 16 MAR – ‘C’e’ chi dice di poter gestire il voto dei cattolici? Io non lo dico. E’ una mancanza di rispetto. I cattolici hanno la loro maturita’, la loro liberta’ individuale: non hanno davvero bisogno di farsi dire cosa devono votare’. Cosi’ il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, sulla polemica fra Lega e Pd in merito al voto cattolico.
‘Io non punto a fare un partito di centro – afferma Casini -: Se dico a mia figlia che ha vent’anni, che voglio un partito di centro, mi risponde ‘chi se ne frega’? La gente vuole sapere cosa vogliamo per il lavoro, la scuola, gli anziani. Centro, destra, sinistra, sono categorie del passato, che non rappresentano piu’ niente. Io voglio un partito per la riconciliazione nazionale’.
‘Siamo – conclude Casini – un Paese di cani arrabbiati: magistrati contro politici, nord contro sud, residenti contro immigrati. Io voglio la difesa della nostra identita’ cristiana, ma anche la modernizzazione del Paese. Senza scelte coraggiose, non manterremo questo livello di vita, e sara’ la prima volta.
In passato, i genitori lavoravano sacrificandosi per garantire ai figli una posizione migliore della loro. Ma cosi’ si incrina il presupposto di una speranza vera per l’Italia’.

 










Lascia un commento