Pdl: Casini, Berlusconi e Fini? Tra moglie e marito non mettere il dito

2010-03-17T20:25:00
Roma, 17 mar. (Adnkronos) – ‘Cosa capita nel centrodestra non lo so e me ne sto alla larga, perche’ ‘tra moglie e marito non mettere il dito”. Cosi’ Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, ospite di ‘Mentana condicio’ su Corriere.it, parla dei rapporti tra il premier Silvio Berlusconi e il presidente della Camera, Gianfranco Fini. Fini sta facendo bene il presidente della Camera, ma Casini ricorda che al momento della nascita del Pdl ‘solo io ebbi il coraggio di dire qualcosa, di dire che il Pdl non esiste’. Un dissidio per il quale i due non si parlarono ‘per qualche mese’, ma poi ‘sono uno che non ha risentimenti’.
Casini spiega che con Fini e Berlsuconi si sentono, come con tutti. ‘Solo con Di Pietro non mi sento e non sento la mancanza’. La prossima telefonata al premier? ‘A Pasqua, magari lo chiamo per fargli gli auguri’.

 










Lascia un commento