Agricoltura: etichettatura: Ruvolo, da Zaia favolette

2010-03-18T20:05:00
(ANSA) – ROMA, 18 MAR – ‘Il ministro Zaia racconta la favoletta secondo cui si starebbe ‘battendo’ per l’etichettatura obbligatoria dei prodotti alimentari. Peccato che, ad un anno e mezzo dalla presentazione dell’apposito disegno di legge, di iniziativa governativa (A.C. 2260), il provvedimento non sia ancora diventato legge. Comprendiamo l’imbarazzo tanto per lui quanto per il Governo. Comprendiamo anche come, negli ultimi tempi, la candidatura alla presidenza della regione Veneto abbia finito per distrarre il ministro dai suoi doveri istituzionali.
Ma che ora, a pochi giorni dal voto, proprio Zaia si ricordi improvvisamente del ddl dichiarando di battersi per la sua approvazione è una presa in giro per gli elettori. Di fatto, dopo l’approvazione da parte del Senato, il ddl ha compiuto la spola tra la commissione Agricoltura di Montecitorio e l’Aula della Camera senza aver ancora ottenuto alcun via libera. Ci auguriamo pertanto che il ministro metta da parte gli spot pirotecnici e contribuisca piuttosto a licenziare una volta per tutte un provvedimento atteso, che da una parte tutela i consumatori e dall’altra il made in Italy’. Lo dichiara il capogruppo dell’Unione di Centro in Commissione Agricoltura della Camera, Giuseppe Ruvolo, in relazione alle affermazioni di oggi del Ministro delle Politiche Agricole, Luca Zaia, sull’etichettatura obbligatoria.










Lascia un commento