Udc: Cesa, serve nuovo contenitore e altri verranno da noi

2010-03-19T15:36:00
(ANSA) – MILANO, 19 MAR – ‘Costruire un nuovo contenitore che metta insieme le persone di buon senso’. E’ a questo obiettivo, definito ‘un dovere’ dal segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, che punta il partito centrista per il dopo Regionali. ‘Dobbiamo costruire un partito – ha detto Cesa, oggi a Milano per sostenere il candidato presidente in Lombardia, Savino Pezzotta – che metta insieme liberali e riformisti’.
‘I due colossi del Pdl e del Pd – e’ la previsione formulata dal segretario – sono destinati a frantumarsi dopo le Regionali.
E se alcuni amici di area cattolica sono gia’ venuti da noi non e’ perche’ siamo andati a cercarli ma perche’ evidentemente non si ritrovavano piu’ nel loro partito guidato da un ex comunista.
Altre novita’ – ha preannunciato – ci saranno dopo le Regionali, ci sono altre persone che vogliono venire’.
Cesa ha parlato di un”anomalia’ rappresentata da questa campagna elettorale ‘in cui non si parla di cio’ che serve veramente al Paese’ e ha sottoscritto le parole di Napolitano ‘che fa bene – ha detto – a richiamare i partiti a mettere da parte le risse’.
L’esponente centrista ha quindi stigmatizzato il ricorso alle manifestazioni di piazza dei due principali schieramenti. ‘In Piazza del Popolo – ha detto – si sono presentati gli stessi che fino a due anni fa stavano al governo, con Di Pietro a dettare l’agenda politica. Quanto a Berlusconi posso gia’ antiparvi di cosa parlera’: dira’ che i magistrati sono tutti delinquenti, si scagliera’ contro i comunisti, promettera’ magari che abbasseranno le tasse, che nel frattempo sono salite dello 0,1% rispetto al precedente Governo. Tutto questo perche’ non si vogliono affrontare davvero i problemi del Paese’.

 










Lascia un commento