Regionali: Pezzotta, la Lombardia deve recuperare la sua dimensione europea

2010-03-19T17:59:00
Milano, 19 mar. – (Adnkronos) – “La Lombardia deve recuperare quello che e’ il suo ruolo, che e’ un ruolo europeo oltre che nazionale. La Lombardia deve rimarcare la sua dimensione europea e collegarsi a quello che avviene in Europa, perche’ se viene chiusa nella Padania non va da nessuna parte”. Lo afferma Savino Pezzotta, candidato presidente di Regione Lombardia per l’Udc, nel corso del confronto organizzato dalla Cisl oggi a Milano fra i candidati presidenti dell’Udc e del Pd, Filippo Penati.
“Noi – continua Pezzotta – dobbiamo essere l’elemento trainante di questo Paese dentro la nuova fase della globalizzazione, che non sara’ come quella che abbiamo attraversato, sara’ molto piu’ dura e pesante”. Rilanciando quindi una nuova fase di crescita e sviluppo, che pero’ “abbia dentro di se’ alcuni elementi fortemente innovativi”, come il recupero delle risorse umane, “anche di quelle professionali”; inoltre “in una realta’ come quella lombarda, che ha un apparato universitario fortissimo, il ricollegamento tra apparato produttivo, tra lavoro e realta’ di ricerca delle universita’ e’ un elemento essenziale e strategico del cambiamento. E il fatto che la ricerca della nostra regione sia andata indietro, e’ un problema”.
La Padania, sottolinea ancora il candidato dell’Udc, “e’ un elemento regressivo”, e chi “grida in queste ore contro Roma ladrona dimentica che al governo ci sono loro, con 5-6 ministri”. E quando “parlano del ‘patto del nord contro Roma ladrona’, sappiamo chi e’ che governa a Roma! Non possiamo piu’ permettere che a Roma si voti in un modo e in Lombardia si dicano altre cose, che poi sono quelle che ricadono sul nostro sistema produttivo”. Tuttavia, dice Pezzotta, sarebbe un’illusione pensare che basti la sola politica “per creare una nuova condizione di sviluppo e di equilibrio sociale. Per tanto bisogna valorizzare tutte le forze che stanno dentro il territorio, e per farlo bisogna avere una visione dinamica del territorio, non una visione chiusa”.

 










Lascia un commento