Udc: Casini, con Rutelli se son rose, non tiro Fini per la giacca

2010-03-22T16:34:00
Roma, 22 mar. (Apcom) – Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, non chiude all’ipotesi di stringere i rapporti con l’Api di Francesco Rutelli. “Se son rose – dice a Sky Tg24 – fioriranno”.
Sull’ipotesi di un nuovo partito “di centro”, Casini però non si sbilancia: “centro, destra e sinistra – spiega – sono categorie del passato che non hanno più senso. Il problema non è il partito di centro, ma un’idea di modernizzazione del Paese e difendere alcuni valori come l’identità cristiana dell’Italia”.
Sui rapporti con Gianfranco Fini, infine, Casini chiarisce: “Il presidente della Camera è uno dei fondatori del Pdl e io – dice – non vado a tirare per la giacca nessuno, lo rispetto perchè fa bene il lavoro di presidente della Camera”.










Lascia un commento