Cei: Bagnasco, Buttiglione, facciamo nostre sue parole

2010-03-22T18:44:00
(ANSA) – ROMA, 22 MAR – ‘Facciamo nostre le parole di Bagnasco su nuova politica, aborto e cristiani perseguitati’ dice Rocco Buttiglione, Presidente dell’Udc.
Buttiglione ha ‘molto apprezzato’ le parole della prolusione del cardinal Bagnasco nell’assemblea della Conferenza Episcopale Italiana.
‘Condividiamo quanto affermato dal cardinale Bagnasco per le cui parole siamo grati e dalle quali ci sentiamo confortati nel nostro impegno. Accogliamo l’invito alla responsabilita’ sociale e al dialogo, e quello a fare una nuova politica. Nuova politica che riteniamo comporti anche la formazione di una nuova classe politica. In questo senso ci auguriamo che il popolo cristiano e i movimenti cattolici sentano il richiamo ad impegnarsi direttamente e laicamente in politica come una forma di vocazione responsabile, in modo da attingere alla loro riserva di energia morale per fornire all’Italia persone capaci e innamorate del bene comune e non del proprio tornaconto, per aiutare il rinnovamento rispondendo a questo grande e indifferibile richiamo’.
Per quanto riguarda i valori non negoziabili e il ‘delitto incommensurabile’ dell’aborto, ci sentiamo confortati nel nostro impegno ‘costante che spesso purtroppo e’ stato portato avanti in solitario’.
‘Riteniamo anche che sia importante il richiamo del cardinal Bagnasco affinche’ la politica si impegni a difendere i cristiani perseguitati nel mondo. E’ un tema che ci e’ caro e su cui siamo tornati molte volte per fare pressione sul governo affinche’ si attivasse in questa direzione. Gli affari sono importanti ma non possono prevalere sulla vita e la liberta’ degli uomini, e questo in tutti gli ambiti, compresi i cristiani perseguitati che invece sembrano i piu’ trascurati e perseguitati in un contesto mondiale e anche occidentale dove si diffonde sempre piu’ un clima anticristiano. Ringraziamo quindi il presidente della Cei per le sue parole da cui ci sentiamo confortati’.










Lascia un commento