Immigrati: Compagnon, nuovi Cie? Friuli Venezia Giulia ha gia’ dato

2010-03-24T17:04:00
Roma, 24 mar. – (Adnkronos) – ‘I Cie si realizzano e si rendono davvero operativi solo con risorse umane e finanziarie adeguate, altrimenti sono solo chiacchiere. Il progetto di aprirne addirittura dieci in tutta Italia mi sembra piu’ ambizioso che realistico. In ogni caso, il Friuli Venezia-Giulia ne ha gia’ uno, quello di Gradisca d’Isonzo, per cui non vedo alcun margine possibile per un suo ampliamento, tantomeno per un secondo Centro in regione”. Lo dichiara il deputato dell’Udc, Angelo Compagnon, segretario regionale del partito in Friuli Venezia-Giulia, a proposito dell’annuncio del ministro dell’Interno Maroni, di aprire dieci nuovi Centri di identificazione e espulsione entro il 2010.
“Del resto -osserva Compagnon- lo stesso Maroni ha precisato che l’obiettivo del governo e’ di avere un Cie per ogni regione e due nelle regioni particolarmente grandi come la Lombardia. Dunque, il Friuli Venezia-Giulia non dovrebbe essere coinvolto dall’operazione, in ogni caso vigilero’ in Parlamento. E’ curioso tuttavia notare come meno di un anno fa il governo avesse respinto la mia richiesta di aumentare l’organico delle forze dell’ordine nel Cie di Gradisca d’Isonzo, mentre oggi, a quattro giorni dal voto -conclude Compagnon- fa marcia indietro annunciando addirittura di voler creare dieci nuovi Centri salvo tuttavia specificare come”.

 










Lascia un commento