Riforme: Casini, accogliere appello Napolitano ma non a parole, coi fatti

2010-03-30T15:27:00

(ASCA) – Roma, 30 mar – ‘Questo risultato merita una riflessione molto profonda che va oltre la contabilita’ dei partiti o delle regioni, perche’ forme nuove di protesta nei poli e astensionismo cosi’ alto devono suscitare una seria riflessione’.

Lo ha affermato il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini che aggiunge: ‘Noi siamo convinti che le riforme possono essere una soluzione. Importante e’ che come sempre non si riduca il tutto ad un auspicio, insomma le forze politiche traggano la forza per passare dalle parole ai fatti. Se no rischiamo di passare un’altra fase di declarazione’.

‘L’appello del Capo dello Stato -ha concluso Casini- va colto subito, rapidamente e coi fatti. Fatti, naturalmente, vuol dire riforme stabili che siano il piu’ largamente condivise, senno’ il rischio vero e’ che siano riforme non stabili, riforme che durano lo spazio di un mattino’.

 










Lascia un commento