Regionali: Binetti, resto in Umbria per lavorare con tutto Udc

2010-03-30T16:30:00

(AGI) – Perugia, 30 mar. – “Il mio impegno in questa regione, cosi’ ricca di risorse umane e culturali, professionali e produttive, rimane con la stessa forza con cui l’ho prospettato durante la campagna elettorale”. Ad affermarlo oggi la candidata alla presidenza della Regione Umbria per l’Udc, che ha aggiunto: “Resto in Umbria per lavorare insieme a tutto l’Udc umbro alla costruzione di un grande soggetto politico di centro, autonomo, coerente e costruttivo, capace di guardare al futuro senza incertezze e capace di orientare le politiche regionali nel senso del cambiamento e dell’innovazione che reclamano soprattutto quei cittadini che giorno per giorno si confrontano con i mille risvolti di una crisi tutt’altro che risolta”.

Binetti a nome del suo partito ha ringraziato “tutte quelle persone che hanno colto il senso della novita’ politica e proprio per questo sono decise ad andare oltre certi schemi che da tanti anni si ripetono, in modo sostanzialmente identico, senza riuscire ad essere soddisfacente per tante persone e per tante categorie professionali”. E ha aggiunto: “Con tutti gli elettori umbri che ho incontrato, troppo pochi per vincere ma davvero tanti che si sono lasciati convincere, ho stipulato una alleanza forte che con il contributo di tutti vuole rilanciare il Progetto Udc in Umbria e dall’Umbria”. Una sorta di “rivoluzione silenziosa e costruttiva”, ha spiegato, “che si schiera dalla parte dei cittadini per affrontare insieme le difficolta’ del mondo del lavoro e quelle delle famiglie, la necessita’ di rilanciare il turismo e l’obbligo di stare accanto alle fasce piu’ deboli. Per questo la mia presenza in Umbria resta e vuole essere incisiva fin dal primo momento in cui si installera’ il nuovo Governo regionale, senza ostruzionismi di alcun genere, senza dichiarazioni di guerra, come a sorpresa ha lanciato ieri sera in diretta la PdL per bocca della Modena, ma senza neppure facili concessioni alla coalizione vincente, alla quale probabilmente si preparano tempi non facili”. La vera sfida di una squadra che ha vinto per Binetti “e’ quella di riuscire a governare, e a governare in modo efficace: per questo serve unita’ e compattezza, e la Marini dovra’ cimentarsi con questa incognita anche per riuscire a formare una giunta qualificata”. 










Lascia un commento