Udc: Cesa, entro fine anno nascera’ partito della nazione

2010-03-31T20:00:00
Roma, 31 mar. (Adnkronos) – “Velocizzare il percorso che ci dovrebbe portare entro la fine dell’anno alla nascita del nuovo partito, il Partito della nazione”. E’ l’impegno dell’Udc, rilanciato dal segretario Lorenzo Cesa a conclusione del suo intervento al comitato nazionale riunito per analizzare il risultato delle elezioni regionali.
“Ci dobbiamo arrivare -ha detto- attraverso una campagna di tesseramento incisiva e trasparente ma soprattutto con un coinvolgimento di realta’ esterne all’Unione di centro”. Al termine dell’incontro, che ha coinvolto, con il leader Pier Ferdinando Casini, il presidente Rocco Buttiglione, i segretari regionali e provinciali, diversi parlamentari e gli eletti nelle ultime consultazioni, stato approvato all’unanimita’ un documento conclusivo.
“L’Udc -si legge- conferma nel Parlamento e nel Paese il suo impegno per ricostruire le basi di una civile convivenza tra i partiti e i cittadini, difendendo le istituzioni e l’unita’ della Repubblica italiana”, dichiara la propria disponibilita’ sul tema delle riforme istituzionali, in un “fattivo dialogo tra maggioranza e opposizione” per operare “l’aggiornamento istituzionale necessario”.

La Lega e il Pdl “sono chiamati nei fatti a dimostrare la loro volonta’ costruttiva, senza sindromi di autosufficienza” e coniugando “le possibili ipotesi federaliste” con un “riconfermato impegno a tutelare l’unita’ nazionale” nel quadro di “una forte ripresa dell’ideale europeo di cui si sente oggi la mancanza”.
Nello stesso tempo, “e’ necessario procedere con un piu’ forte impegno sul terreno delle politiche economiche e sociali per superare la crisi mettendo al centro i temi della famiglia e del lavoro, dell’occupazione e della questione meridionale”.
Infine, il documento approvato da tutto il Comitato nazionale centrista annuncia che “lUdc rafforzera’ il suo lavoro politico sul territorio, aprendo la grande stagione costituente di un nuovo soggetto politico nelle forme e nei modi che saranno definiti da un’Assemblea nazionale”.

 

 










Lascia un commento