Croce Rossa: Compagnon “stabilizzare tutti i precari”

2010-04-03T19:52:00
ROMA (ITALPRESS) – “I precari della Croce Rossa vanno stabilizzati con contratti a tempo indeterminato. Ci sono sentenze ‘esecutive’ che parlano chiaro a favore di questi lavoratori. Nei limiti delle proprie competenze, il Governo intervenga affinche’ la direzione generale della Cri proceda secondo quanto disposto dalla magistratura del lavoro”. Lo chiede il deputato dell’Unione di Centro Angelo Compagnon, in un’interrogazione al ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Maurizio Sacconi.

“La legge Finanziaria 2007 – ricorda l’esponente centrista nell’interrogazione – aveva incluso il personale in servizio a tempo determinato dell’Ente in un graduale processo di stabilizzazione, ma l’Amministrazione aveva proceduto in tal senso solo per 16 lavoratori a tempo determinato su circa 1860 precari.

Evidente la disparita’ di trattamento; inevitabile il contenzioso tra il personale rimasto escluso e la Croce Rossa Italiana. Le sentenze obbligano, in generale, la Croce Rossa a procedere all’immissione in ruolo di tutti questi dipendenti che, non dimentichiamolo, prestano la propria opera per scopi umanitari. Ci auguriamo che l’Esecutivo dimostri sensibilita’ nei loro confronti attivandosi, pur nei limiti delle proprie competenze, nelle sedi opportune per la stipula di contratti a tempo indeterminato”. 










Lascia un commento