Giovani: Tarolli, sondaggio Meloni? Segno per classe dirigente, necessario cambio di direzione

2010-04-15T16:33:00

“Il sondaggio commissionato dal Ministro Meloni rende evidente e manifesto il sentimento delle nuove generazioni verso la politica nel suo insieme e, in maniera particolare, verso i partiti politici. Sarebbe utile una attenta riflessione delle attuali classi dirigenti, una forte autocritica ed un deciso cambiamento di rotta”.

Così Matteo Tarolli, Responsabile Nazionale delle Politiche Giovanili Udc, in relazione ai risultati del sondaggio sulla partecipazione politica giovanile in Italia, stilato dalla La Sapienza di Roma per conto del ministero della Gioventù.

“Troppe volte – continua – si sente parlare di rinnovamento delle classi dirigenti, di meritocrazia, senza che poi a tali parole venga data una concreta realizzazione. I rimedi? Migliore qualità della politica, dove idealità, progettualità, governo e partecipazione territoriale devono diventare gli elementi imprescindibili di una politica nuova interpretata da nuove generazioni.

Anche nell’UDC e in quello che sarà il nuovo partito che andremo a formare, il tema del ricambio generazionale dovrà essere centrale per non disperdere il patrimonio di energie, di idee, di passione di cui questo Partito è pieno”.

“Al Ministro Meloni – conclude Tarolli – un invito: bene il sondaggio, individua in maniera precisa malesseri diffusi, ora aspettiamo delle ipotesi di cura da parte del Governo, pronti d’altro canto a fare la nostra parte.”










Lascia un commento