Tratta ferroviaria Cagliari-Carbonia, interrogazione Mereu

2010-05-05T16:31:00
(AGI) – Cagliari, 5 mag. – I gravi disservizi che si sono verificati nei giorni scorsi sulle linea ferroviaria Cagliari-Carbonia sono stati denunciati questa mattina dal deputato dell’Udc Antonello Mereu in una nuova interrogazione presentata al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. “Dopo le segnalazioni e le denunce dei mesi scorsi, gia’ evidenziate in una precedente interrogazione – scrive Antonello Mereu – i giornali riportano nuovamente notizie di disservizi e notevoli disagi sulla linea di trasporto ferroviario regionale sarda, nel tratto che collega Cagliari a Carbonia; negli ultimi giorni i comitati dei pendolari, fruitori principali del servizio, hanno denunciato ulteriori anomalie nel servizio di distribuzione degli abbonamenti e della biglietteria e la mancanza di informazioni sugli orari dei convogli da parte del personale delle stazioni; le lunghe attese nelle stazioni e nei convogli continuano da mesi a mettere a dura prova la pazienza dei viaggiatori – aggiunge Mereu – soprattutto lavoratori e studenti pendolari che ogni giorno assistono impotenti alla vergognosa inadeguatezza che caratterizza il trasporto ferroviario”.
Recentemente, aggiunge il deputato dell’Udc, “la vicenda e’ stata segnalata con un altro atto di sindacato ispettivo che denunciava la situazione cui il Governo ha risposto con l’impegno ad attivarsi al fine del superamento dei problemi con la costituzione di un tavolo tecnico, nell’ambito del quale si sarebbero definiti gli opportuni interventi necessari al ripristino della funzionalita’ sulla linea, ma allo stato attuale non si riscontra alcun miglioramento”. Antonello Mereu, infine, chiede al ministro Matteoli “quali urgenti iniziative intenda adottare per risolvere gli ormai insostenibili disagi che ricadono gravemente sui cittadini che utilizzano la rete di trasporto ferroviario regionale sarda sulla tratta Cagliari-Carbonia”. Il problema, conclude Mereu, “e’ molto grave e personalmente continuero’ a incalzare il ministro competente fino a quando non sara’ stato definitivamente risolto”.

 










Lascia un commento