Governo: Mantini, Pd accetti le larghe intese

2010-05-10T14:10:00
(ANSA) – ROMA, 10 MAG – Il Pd accetti ‘la sfida di un governo di larghe intese’: lo afferma Pierluigi Mantini (UDC).
‘Ho lasciato il PD – ricorda – da oltre un anno, seguito da molti amici e parlamentari, ho rispetto per il dibattito interno ma continuo ad essere sempre sorpreso dalle visioni settarie che si manifestano. E’ davvero assurda la posizione di compiaciuto auto isolamento espressa dalla minoranza del PD in questi giorni, addirittura demonizzando il confronto con l’UDC, in perfetta sintonia con Di Pietro. Franceschini e Veltroni offendono molte persone che lavorano all’opposizione dell’attuale governo oltre che il senso comune’.
‘Se il PD continuera’ ad essere attraversato da nevrotiche lotte di potere tra i gruppi dirigenti e a ritenersi l’unica alternativa per il futuro, sara’ destinato alla marginalita’. Il PD – continua – dovrebbe accettare la sfida di un governo di larghe intese per le riforme utili al Paese e la riduzione del debito pubblico dinanzi agli attacchi speculativi dei mercati e alla crisi finanziaria’.
‘E dovrebbe limitare le primarie – conclude – a strumento di consultazione e senza farne un dogma che impedisce piu’ ampie alleanze. Comunque, se a Milano la proposta per l’elezione del sindaco e’ quella delle primarie, rispondiamo subito negativamente perche’ siamo al lavoro per un programma e una candidatura centrista e’ civica espressione di una vasta area sociale’.










Lascia un commento