Udc: Cesa, facciamo sul serio

2010-05-10T19:21:00
(ANSA) – ROMA, 10 MAG – ‘E’ arrivato il momento di dire basta. E di offrire un’alternativa a questa politica che punta solo a dividere per non perdere il consenso dei propri tifosi.
E’ arrivato il momento di dar vita ad un nuovo partito che parli il linguaggio della riconciliazione nazionale, della responsabilita’. Un partito dell’unita’ nazionale, della nazione, che rimetta insieme il Paese e lo guidi verso il futuro modernizzandolo, riformandolo, facendolo crescere’. Con queste parole il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, ha annunciato nel corso della Direzione nazionale l’azzeramento degli incarichi interni in vista della nascita del Partito della nazione.

‘L’Udc -ha detto ancora Cesa- e’ un partito a cui tutti siamo affezionati, ma che e’ figlio di una stagione diversa, di una nostra fiducia probabilmente un po’ ingenua nel fatto che questo bipolarismo sarebbe maturato da solo, che da solo avrebbe trovato il modo di non essere piu’ condizionato dalle ali estreme. Non e’ andata cosi’ e per questo lo dobbiamo superare per dar vita ad un soggetto completamente nuovo’.
‘Dobbiamo farlo non per smanie nuoviste, ma perche’ solo cosi’ possiamo coinvolgere e rendere protagonisti nella costruzione del partito della nazione tutto quegli italiani, laici e cattolici, credenti e non credenti, che finora si sono tenuti ai margini della politica o che si sentono disgustati e se ne sono allontanati’.
‘Questo -ha concluso Cesa- richiedera’ un passo indietro, una disponibilita’ ed un’apertura da parte di tutta la nostra classe dirigente periferica come di quella centrale. Chi pensera’ di coltivare il proprio orticello, rinchiudendosi e respingendo ogni contributo esterno, verra’ lasciato solo e non avra’ alcun ruolo nel nuovo soggetto che costruiremo tutti insieme’

 

 

 

 










Lascia un commento