Famiglia: Buttiglione, vittima crisi economica ma cuore società

2010-05-14T16:30:00
(9Colonne) Roma, 14 mag – “Per decisione dell’Assemblea generale delle Nazioni unite, dal 1993 il 15 maggio si celebra la Giornata internazionale della famiglia, questa meravigliosa istituzione naturale nucleo fondante della società umana”, così il presidente dell’Udc Rocco Buttiglione. “In Italia la famiglia rimane anche il perno della solidarietà sociale – prosegue Buttiglione – e anche in questa crisi l’unico vero ammortizzatore sociale sono state le famiglie, i legami familiari. Eppure la famiglia è il soggetto meno considerato e più bistrattato in Italia. La famiglia è sotto un continuo attacco culturale e sociale, ed è la vera vittima della crisi economia. È assurdo vedere come nella società del momento avere una famiglia sia una penalizzazione: questo è miope masochismo da parte della società. Bisogna tornare a riconoscere il ruolo centrale della famiglia – ribadisce il deputato dell’Unione di Centro – anche sotto il profilo economico, mettendola al centro delle politiche economiche italiane. Se vogliamo fare serie politiche della famiglia e della maternità dobbiamo smetterla con la retorica e con le vane promesse. Sostenere la famiglia è un impegno per il bene della società italiana tutta che ha bisogno di figli perché è in una crisi demografica che avrà costi altissimi nel futuro prossimo. La famiglia – conclude – deve perciò essere il centro dell’azione politica”.










Lascia un commento