Udc: Mannino, a Todi confermeremo posizione autonoma

2010-05-14T17:48:00
Roma, 14 mag. (Adnkronos) – Il seminario di Todi dal 20 al 22 maggio “si caratterizzera’ nel segno della conferma dell’autonomia della prospettiva dell’Udc, nel solco tracciato dal risultato elettorale del 2008 quando gli elettori, quelli che hanno votato, hanno riconosciuto la validita’ della nostra proposta politica volta al superamento del bipartitismo, in favore di un bipolarismo temperato”. Lo dice all’Adnkronos Calogero Mannino (Udc), a proposito dell’appuntamento centrista nella citta’ umbra.
Mannino non crede che le attenzioni attribuite al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nei confronti del partito di Pier Ferdinando Casini possano materializzarsi in qualcosa di concreto: “Il problema -sostiene- e’ che vediamo tutti le crepe e i crepacci di cui soffre il Pdl, basato su una leadership personale che non regge. Noi abbiamo detto che bisogna affrontare la crisi economica e che tutti dovrebbero essere pronti a sostenere le misure del governo per superarla, ma bisogna anche puntare ad autentiche riforme del sistema economico, che deve ripartire”.
“Rispetto a queste esigenze -prosegue- secondo noi il governo e’ inadeguato e quindi resteremo autonomi e in posizione critica nei suoi confronti: Berlusconi vince le elezioni ma non governa il Paese.
Naturalmente -conclude Mannino- per l’Udc cio’ comporta l’esigenza di diventare piu’ grande di se’, un punto di coagulo di forze che si riconoscono in un disegno centrista, non fungibile ne’ a destra ne’ a sinistra”.

 

 

 

 










Lascia un commento