Udc: Lusetti, a Todi ‘bar camp’ come in Usa e forse arriva Marcegaglia

2010-05-14T18:37:00
Roma, 14 mag. – (Adnkronos) – Organizzazione dell’evento in mano alla Fondazione Liberal e a Ferdinando Adornato, con programma abbastanza aperto, senza barriere, per discutere liberamente del nuovo partito. E’ lo schema che Renzo Lusetti prevede per il seminario Udc di Todi del 20-22 maggio. Un partito che potrebbe anche non essere esattamente chiamato ‘partito della nazione’ mentre e’ da vedere che abbia o meno un richiamo al ‘centro’.
“Sara’ un appuntamento formativo-informativo -dice Lusetti all’Adnkronos- con l’obiettivo di aprire il partito il piu’ possibile.
Sul piano strategico, non muta la visione critica di un bipolarismo che non va. Ma ci muoveremo nella consapevolezza di essere alla vigilia di un grosso processo di trasformazione di tipo economico. Che portera’ ad un redde rationem”. Sara’ inevitabile parlare della forma partito. “Bisogna modificarla -afferma Lusetti- e andare oltre la logica del comitato elettorale e puntare al radicamento costante nel territorio e nella societa’”.
“Ci sono -ricorda- da un lato gli strumenti tecnologici moderni come Facebook, Twitter e le modalita’ di comunicazione piu’ vicine ai giovani. Ma bisognera’ anche saper parlare ai loro genitori: e quindi Internet, naturalmente, ma -conclude- senza per questo dimenticare la buona vecchia sezione o il circolo”. Intanto, a Todi, si inaugurera’ la forma del ‘bar camp’, ossia le cosiddette ‘non conferenze’ a tema aperto, particolarmente apprezzate nei campus Usa. Fra gli ospiti, dice Lusetti, ‘potrebbe esserci la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia’.

 










Lascia un commento