Appalti: Carra, Berlusconi torna a fare l’antipolitico

2010-05-15T18:19:00
Roma, 15 mag. – (Adnkronos) – “Berlusconi ha cambiato idea. Ha cambiato toghe. Quelle che vede oggi non sono piu’ rosse. Le indagini sui suoi collaboratori, ministri, sottosegretari, coordinatori non sono attacchi comunisti, ma inchieste giudiziarie. Ne’ piu’ ne’ meno.
Dice il presidente del Consiglio che se i magistrati accerteranno ‘uno, due, tre casi di comportamenti illegittimi’, allora non ci sara’ ‘indulgenza o complicita’ per chi ha sbagliato’. E’ una svolta. Niente impunita’: Alfano e i suoi questa volta non devono preparare leggi ‘salva’ qualcuno ma contro la corruzione”.Lo scrive su ‘Liberal’ il deputato dell’Udc Enzo Carra.
“Si e’ sentito tradito, Berlusconi. Il supremo capitalista -aggiunge- che non si e’ mai approfittato del denaro pubblico ‘perche’ non ne ha bisogno, essendo gia’ molto ricco’. Tradito da un gruppo di piccoli borghesi con l’ambizione del salotto buono in centro. ‘Tanto ci pensa Anemone’. Tradito dalle loro scuse pacchiane e inverosimili.
Un governo puo’ cadere per un grave errore politico, ma non per un eccesso di investimenti nel settore edilizio se quegli investimenti in quel settore si limitano a quelli relativi alle case dei gerarchi.
Repulisti, dunque. Fanno cosi’, da sempre, i grandi capi. I capi veri (dei quali non facciamo un sia pur essenziale elenco per decenza e per scaramanzia). Quelli che scaricano i gruppi dirigenti per scaricare con essi anche lo scontento popolare”.
“Loro, i leader, invece rimangono ben saldi al comando.
Rafforzati per la pulizia delle cantine che tanto rallegra la gente.
Chi ha sbagliato paga, rinnovarsi o perire. Un tempo l’espulso era un nemico del popolo, o semplicemente un profittatore di regime. Ancora qui, da noi, la ‘politica e’ una cosa sporca’. Cosi’ la pensano milioni di italiani alla cui guida c’e’ sempre lui, Silvio, con i direttori dei giornali ‘d’area’. Lui, Berlusconi, che con la politica ha un rapporto ambiguo. La ama, poi la respinge. Oggi, appunto, torna a vestire -conclude Carra- i panni dell’antipolitico’. Se gli riesce, e’ un bel colpo”.










Lascia un commento