Monopoli: Mereu, tutelare dipendenti in esubero

2010-05-15T18:21:00
(AGI) – Cagliari, 15 mag. – Un’interrogazione e’ stata presentata dal deputato dell’UDC Antonello Mereu sulla condizione “di estrema precarieta’” del personale dell’ex Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato distaccato presso l’Ente tabacchi italiani. I dipendenti sono stati dichiarati in esubero a seguito del ridimensionamento dell’apparato produttivo messo in atto prima dall’ETI Spa e successivamente dalla BAT (British American Tabacco) e ricollocato presso uffici delle pubbliche amministrazioni.
“La condizione di questi lavoratori e’ assurda e paradossale – sottolinea Antonello Mereu – in quanto si trovano in una posizione di assoluta incertezza normativa ed economica e di evidente disparita’ di trattamento e di opportunita’ rispetto a tutti gli altri dipendenti del settore pubblico e ai loro stessi colleghi di ufficio; a tali lavoratori, infatti, viene negata ogni possibilita’ di avanzamento di carriera, prevista dalla legge quadro sul pubblico impiego e dai contratti collettivi dei comparti aziende e ministeri, e non e’ loro riconosciuto il diritto a partecipare non solo alle progressioni orizzontali e/o verticali negli enti che li utilizzano ma neanche a quelle del Ministero dell’economia e delle finanze. A tutto cio’ si aggiunge che ci sono dipendenti che ancora non si vedono riconosciute indennita’ accessorie elementari (buoni pasto, e altro). La legge Finanziaria per il 2007 – aggiunge Mereu – ha espressamente previsto la possibilita’, per questi dipendenti, di richiedere il trasferimento, anche in posizione di soprannumero nei ruoli delle amministrazioni di servizio con l’eventuale inquadramento nella qualifica corrispondente alla reale professionalita’, stabilendo che i lavoratori dell’ex Monopoli di Stato che ne facciano esplicita richiesta vengono assegnati “anche in posizione di soprannumero, salvo riassorbimento al verificarsi delle relative vacanze in organico, nei ruoli degli enti presso i quali prestano al momento servizio. Su dichiarazione dei relativi enti, e’ riconosciuta l’eventuale professionalita’ acquisita con l’assegnazione della qualifica o profili corrispondenti. Il Ministero dell’economia e delle finanze provvede, senza aggravio di spesa, ad assegnare agli enti le relative risorse finanziarie, attualmente attestate in un unico capitolo di spesa di bilancio gestito dal Dipartimento per le politiche fiscali”. Mereu, infine, ha chiesto ai ministro dell’Economia e del lavoro “quali misure il Governo intenda adottare per risolvere, nel piu’ breve tempo possibile, la situazione mettendo fine ad anni di quello che appare un vero e proprio sfruttamento dei lavoratori”.










Lascia un commento