Manovra: Libè, serve obbligo presenza parlamentari anche in commissione

2010-05-18T12:24:00
Roma, 18 mag. (Adnkronos) – L’obbligo di presenza dei parlamentari va esteso anche nelle Commissioni e chi brillera’ per le assenze subira’ una decurtazione delle diarie prevista. E’ la proposta lanciata da Mauro Libe’, deputato dell’Udc. Spiega il parlamentare centrista: ‘Ora si fa un grande discutere sul taglio agli stipendi dei parlamentari ed e’ giusto farlo. Ma dovremmo iniziare a valutare in base alla meritocrazia anche in Parlamento’.
‘Sento dire da tante parti -dice Libe’, uno dei deputati piu’ vicini a Pier Ferdinando Casini- che i deputati e i senatori lavorano poco in aula. Vorrei sommessamente ricordare che il lavoro parlamentare viene preparato in Commissione e in Commissione, purtroppo, non c’e’ nessun controllo sulle spese. Chiedero’ al presidente Fini di estendere l’obbligo di presenza in Commissione con relativa decurtazione delle diarie per gli assenti. Anche perche’ -conclude- in un’azienda, se un dirigente non da’ il risultato, non gli viene certo ridotto lo stipendio, ma lo si licenzia’.










Lascia un commento