Udc: Cesa, partito nazione oltre Pd e Pdl per guidare il Paese

(AGI) – Todi (Perugia), 21 mag. – Andare oltre la crisi del sistema, oltre il bipolarismo che ha piegato il Paese, “il Partito della Nazione nasce perche’ l’Ialia ha bisogno di una politica vera, di una guida che metta al centro l’interesse generale del Paese”. Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc, a Todi segna la fine di un percorso che e’ durato 14 anni e lancia il cammino di un nuovo soggetto politico che vada “oltre i grandi contenitori” che sono Pd e Pdl. L’Udc chiude perche’ finisce perche’ bisogna “chiudere con il passato”.
“Abbiamo avuto ragione – ha detto Cesa nella sua relazione alla 3 giorni della Fondazione Liberal -. Sarebbe comodo metterci a fare le maestrine e segnare con la matita blu e rossa tutti gli errori di un governo e di una maggioranza in affanno e di una opposizione confusa e in crisi di senso di identita’. Sarebbe troppo comodo, ma soprattutto sarebbe da irresponsabili”. L’esempio inglese puo’ fare scuola anche in Italia, e allora l’Udc guarda a qualcosa di piu’ ampio, che chiami a raccolta le forze produttive sindacali e sociali per ridare slancio ed etica alla politica del Paese. I compagni di viaggio non sono ancora certi, ma Cesa, e’ convinto che “la storia del Paese, insegna che gli italiani nei momenti del bisogno, nei momenti piu’ duri sanno unirsi e trovare insieme la via d’uscita”.
“Non so che faranno Rutelli – aggiunge – i popolari del Pd, ma anche i tanti moderati che non si riconoscono piu’ in questo Pdl cosi’ cupo. Sono convinto che guarderanno con attenzione a cosa stanno preparando e immagino che prima o poi ci ritroveremo a dialogare insieme. In che modo e da quali posizioni non lo so, ma ci ritroveremo insieme”.
Dopo l’azzeramento dell’esecutivo nazionale dell’Udc, sia apre ora la fase del tesseramento. Ogni adesione sara’ valutata da un coordinamento nazionale di garanti scelti a Todi, a cui sara’ affiancato un comitato promotore per avviare iniziative sul territorio. Subito dopo si partira’ con le assemblee congressuali, a cui seguira’ il momento fondativo fra la fine del 2010 e l’inizio del 2011.










Lascia un commento