Governo: Casini, Lega ha golden share

(AGI) – Todi (Perugia), 22 mag. – Il Paese e’ prigioniero della Lega che detiene la “golden share dell’alleanza”. Pier Ferdinando Casini non usa giri di parole per bocciare la coalizione di centrodestra che sarebbe “ostaggio” di Umberto Bossi.
“Questo accade – ha osservato – non con la complicita’ di Berlusconi, bensi’ con la condizione di Berlusconi che non puo’ fare altro di assecondarli. La Lega cresce perche’ ha radicamento, ma anche per la sua condizione politica in cui e’ stata messa, ovvero di esercitare la golden share. Per questo – ha aggiunto – Bossi non vuole la riconciliazione nazionale, ma lo scontro cannibalesco. Questo vale per la Lega e anche per Di Pietro. Loro vivono e si nutrono di questa condizione”.
Per il leader dell’Udc la Lega Nord assomiglia molto al Pci degli anni ’70 per forma di radicamento sul territorio e occupazione delle istituzioni. “Loro parlano di voler eliminare gli enti inutili ma – ha rimarcato Casini – poi non vogliono mollare le municipalizzate degli enti locali del Nord”.










Lascia un commento