Scuola: Udc, pensare a formazione piu’ che a vacanze

(AGI) – Roma, 24 mag. – “Invece di pensare alle vacanze dei ragazzi e al turismo, bisognerebbe preoccuparsi della formazione degli studenti italiani, che e’ alle ultime posizioni delle classifiche europee”. E’ il commento di Dorina Bianchi, vicepresidente dei senatori Udc, alla proposta di far slittare l’inizio dell’anno scolastico ad ottobre. “Ci sembra – prosegue l’esponente centrista – che questa iniziativa della maggioranza sia, piu’ che altro, un originale modo di mascherare l’ennesimo taglio alla scuola pubblica. Oltre ad essere un’idea anacronistica, si tratta di una mancanza di sensibilita’ nei confronti delle donne lavoratrici, che rischia di vanificare gli sforzi volti a promuovere politiche di conciliazione tra maternita’ e lavoro. Da parte del governo – conclude Bianchi – pare esserci un sadico modo di agire, che aggiunge problemi a quei settori, scolastico compreso, che ne hanno gia’ molti da risolvere”.










Lascia un commento