‘Ndrangheta: Idà, giovani protagonisti del cambiamento

(AGI) – Catanzaro, 31 mag. – “E’ arrivato il momento di renderci protagonisti, di fianco alle Istituzioni ed alla Magistratura, di una stagione di cambiamento che veda finalmente sconfitta ogni forma di criminalita’ organizzata”.
E’ questo l’appello che, all’indomani delle minacce di chiaro stampo mafioso subite dal Procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, e dopo la manifestazione contro la mafia svoltasi a Lamezia Terme, il Coordinatore regionale dei Giovani Udc, Giuseppe Ida’, rivolge ai giovani calabresi, e non solo a loro. “E’ indispensabile – aggiunge – che ognuno di noi si batta apertamente e dia il proprio contributo affinche’ la cultura della legalita’ possa radicarsi, sempre piu’, fra le ragazze ed i ragazzi calabresi. In tal senso, il contributo dei Giovani Udc sara’ costante, cosi’ come l’impegno per isolare, giorno dopo giorno, i poteri criminali che ancora trovano spazio sul territorio. La societa’ civile ha il dovere morale di respingere la criminalita’ e collaborare, fianco a fianco, con le forze dell’Ordine e con la Magistratura al fine di combattere e sconfiggere, una volta per tutte, quel cancro che di poco a poco – conclude il Coordinatore dei Giovani Udc, Giuseppe Ida’ – sta demolendo l’economia di questa regione, gravando inesorabilmente sul futuro della societa’ calabrese”.










Lascia un commento