Ecomafia: Bianchi, vigilare su appalti e subappalti

(AGI) – Catanzaro, 4 giu. – “Il terzo posto della Calabria nella classifica dell’illegalita’ ambientale conferma il dilagare della criminalita’ anche in questo settore e non fa altro che aumentare le preoccupazioni relative ai tagli previsti dalla manovra finanziaria”. Cosi’ Dorina Bianchi, vicepresidente dei senatori Udc, commenta il rapporto di Legambiente. “Inevitabilmente – spiega l’esponente centrista – i tagli colpiranno anche le procure e le Forze dell’ordine, ostacolando la lotta ai crimini ambientali soprattutto in realta’ difficili, come quella calabrese. Anche guardando al secondo posto della Calabria nei reati connessi all’abusivismo organizzato – prosegue Bianchi – si capisce quanto sia importante rafforzare l’azione di vigilanza, a maggior ragione se si considera che questo tipo di reati sono legati all’allarmante fenomeno del cemento depotenziato. Affinche’ non siano i cittadini a pagarne le spese – conclude – e’ necessario vigilare su appalti e subappalti, controllando che i contratti non vengano piu’ affidati a costi al di sotto del mercato, altrimenti e’ chiaro che i lavori non saranno fatti a regola d’arte”.










Lascia un commento