Manovra: Vietti, sarebbe bene che toghe non ricorressero a sciopero

Roma, 4 giu. (Adnkronos) – ‘I magistrati hanno molte buone ragioni per protestare ma lo sciopero e’ uno strumento estremo cui e’ bene non ricorra chi svolge una funzione cosi’ autorevole’. Cosi’ Michele Vietti, presidente vicario dell’Unione di Centro della Camera, contattato a margine del convegno ‘L’Europa dopo Lisbona: il programma di Stoccolma’, organizzato a Firenze da Magistratura indipendente, parla all’Adnkronos dello sciopero annunciato dall’Anm contro i tagli della manovra economica.
‘Mi auguro che nel dibattito parlamentare -rimarca l’esponente centrista- ci siano gli spazi per intervenire sul meccanismo di progressione in carriera, che e’ una delle forme di garanzia dell’indipendenza della magistratura nel nostro paese’.
Quando ai rilievi del Guardasigilli Angelino Alfano, che parla di ‘sciopero politico’ dei magistrati, Vietti taglia corto: ‘Per una volta che le ragioni sono chiaramente economiche, mi sembra fuori luogo invocare motivazioni politiche’.










Lascia un commento