Intercettazioni: Udc, digitalizzazione evitera’ fughe notizie

(ANSA) – ROMA, 4 GIU – ‘Sono in grado di affermare che entro breve tempo, si spera tra un anno, si arrivera’ alla digitalizzazione e alla informatizzazione del sistema giudiziario italiano. I faldoni non viaggeranno piu’, bastera’ premere un pulsante e non ci saranno piu’ fughe di notizie’.
Cosi’ Roberto Centaro, senatore del Pdl, vicepresidente della commissione giustizia, al convegno ‘La vita degli altri (Le intercettazioni e noi)’, svoltosi nel pomeriggio a Rieti e organizzato da Enzo Carra dell’Udc.
Al convegno erano presenti il presidente della Fnsi, Roberto Natale, il direttore generale della Fieg, Alessandro Brignone, il responsabile giustizia del Pd, Andrea Orlando, il presidente del gruppo Udc al Senato Gianpiero D’Alia e l’ordinario di diritto pubblico europeo alla Sapienza di Roma, Mario Patrono.
Secondo Roberto Natale, presidente della Federazione nazionale della stampa: ‘Se questo testo diventasse legge avrebbe l’effetto di impedirci per anni di fare cronaca giudiziaria, non su pettegolezzi ma su vicende di assoluta rilevanza sociale: caso Parmalat, clinica Santa Rita, caso Scajola. Quello che noi proponiamo e’ un’udienza stralcio, un filtro che permetta di secretare davvero le cose non rilevanti per l’inchiesta e impedire le incursioni nelle vite private delle persone. E salvaguardare il diritto dei cittadini a sapere, che e’ importante ancor piu’ del nostro importantissimo diritto dovere di informare’.
La posizione dell’Udc e’ stata espressa, tra l’altro, da Enzo Carra, che ha detto: ‘La nostra e’ oggi una posizione di attesa nella speranza che il testo rivisto dalla maggioranza in queste ultime ore sia effettivamente migliore di quello che ci e’ stato presentato nelle scorse settimane, testo che era inaccetabile.
Adesso sembra che sia migliore. Il Senato lo vedra’ martedi’ prossimo e speriamo di poter trovare un accordo su questo disegno di legge che e’ molto importante per la liberta’ di stampa, per la liberta’ di tutti’. (ANSA).

 

 

 










Lascia un commento