Governo: Casini, vogliamo nuovo corso politico non ministeri

(Adnkronos) 6 GIU – “A noi non interessa -ribadisce il leader centrista- aggiungere un posto a tavola, pigliare due o tre ministeri.
Berlusconi ha 100 voti di maggioranza, a cosa gli serve che l’UDC arricchisca ulteriormente la sua maggioranza. A me interessa che si apra una fase politica nuova per l’Italia. Penso che all’Italia serva un presidente del Consiglio che abbia il coraggio di dire ‘ho fatto quello che ho potuto in questi due anni, ma oggi c’e’ una situazione economica internazionale che richiede una condivisione piu’ ampia tra maggioranza e opposizione’. Quello che interessa a me e’ questo atto politico”.
“Questa e’ la tesi che suggerisco”, dice ancora Casini riferendosi all’ipotesi di larga coalizione. “Sono contrario a governi tecnici -aggiunge- abbiamo ancora tre anni alla fine della legislatura, vogliamo impiegarli piuttosto che a litigare nel condividere un disegno di sviluppo del nostro Paese? Chi ha vinto le elezioni non puo’ essere defraudato a tavolino del risultato elettorale: si deve assumere la responsabilita’, se vogliono, di indirizzare una proposta concreta alle forze di opposizione responsabili, che siamo noi e il Pd”.










Lascia un commento