FS: Noè, servizi insufficienti nell’area romagnola

Bologna, 8 giu. – (Adnkronos) – “Ferrovie dello Stato spa offre servizi insufficienti nell’area romagnola, tanto che sono ormai note le annose difficolta’ dei pendolari residenti in Romagna ad utilizzare il trasporto ferroviario per recarsi a Bologna, visto che quella tratta e’ molto penalizzata per carenza di collegamenti veloci nelle fasce orarie di maggior utilizzo, sia all’andata sia al ritorno”. E’ quanto afferma la consigliera regionale Silvia Noe’ (udc) in un’interrogazione, in cui evidenzia che la situazione diventa ‘ancora piu’ critica’ nei periodi in cui i treni sono utilizzati anche dagli studenti, con carrozze sovraffollate, su cui spesso, in particolare nella fascia oraria che va dale 16.00 alle 17.40, ‘e’ impossibile anche salire’.
Noe’ afferma inoltre che Trenitalia, nel progetto di ristrutturazione generale della rete nazionale, avrebbe in corso ‘notevoli migliorie e potenziamenti’ anche in Emilia Romagna, che l’orario entrato in vigore il 13 dicembre 2009 penalizzerebbe ‘notevolmente’ i pendolari romagnoli e che diverse amministrazioni comunali, come Forli’ e Cesena, avrebbero gia’ segnalato questi problemi all’assessore regionale ai trasporti Peri.
La consigliera chiede quindi alla Giunta regionale quali azioni abbia messo in atto presso la dirigenza di Ferrovie spa e, nello specifico, della divisione Trenitalia, perche’ vengano apportate urgenti modifiche ai servizi offerti ai pendolari romagnoli per migliorare le loro condizioni di viaggio.

 










Lascia un commento