Alimentare: Cesa, no scippo authority da Foggia

(ANSA) – ROMA, 8 GIU – ‘Ci siamo sempre battuti in Parlamento, e lo faremo ancora con emendamenti mirati alla manovra correttiva, contro l’inaccettabile scippo che il governo e la Lega vogliono fare nei confronti di Foggia. Cancellare la sede dell’Agenzia italiana per la sicurezza alimentare della Capitanata significa sottovalutare gli obblighi europei e non rendersi conto dell’enorme flusso di prodotti contraffatti che arrivano nel nostro Paese e mettono a rischio la salute dei cittadini’. Lo afferma Lorenzo Cesa, segretario dell’Udc.
‘Ancora una volta – spiega – l’Esecutivo, condizionato dal Carroccio, sta dimostrando una grave disattenzione verso il Mezzogiorno e in questo caso nei confronti della provincia di Foggia, che gia’ vive una fase di grave depressione economica e verrebbe ulteriormente affossata da questa decisione’.
Cesa questa mattina ha incontrato gli amministratori della citta’ pugliese che protestavano davanti Montecitorio, guidando una delegazione di parlamentari centristi composta dal portavoce Antonio De Poli, dal deputato Angelo Cera, dal commissario regionale pugliese Angelo Sanza e da altri dirigenti locali dell’Udc.










Lascia un commento