Scuola: Formisano, bene riconoscimento disturbi apprendimento degli studenti

(9Colonne) Roma, 9 giu – “Oggi il Parlamento ha scritto un’autentica pagina di giustizia sociale. Riconoscere in modo sistematico i disturbi dell’apprendimento (cosiddetti ‘Dsa’) che colpiscono gli studenti, e indirettamente le loro famiglie, è un successo che ci permettiamo di ‘rivendicare’ con una certa soddisfazione visto che siamo stati i primi a presentare una proposta di legge apposita su questo tema. Dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia rappresentano per tanti adolescenti un ostacolo psicologico, oltre che fisico, tale da indurre a decisioni drastiche sul proseguimento o meno dei loro studi”. Lo dichiara la deputata dell’Unione di Centro Anna Teresa Formisano a proposito dell’approvazione in sede legislativa delle proposte di legge abbinate “Nuove norme in materia di disturbi specifici d’apprendimento” di cui è stata la prima presentatrice a inizio legislatura. “Con questo provvedimento – spiega l’esponente centrista – diamo finalmente una risposta concreta ad un problema serio ma fin troppo sottovalutato. Spesso il successo scolastico è compromesso da blocchi psicologici dovuti a tali disturbi. Con la stanziamento di due milioni di euro per il 2010 e il 2011 potrà essere maggiormente garantito il diritto all’istruzione, all’educazione e allo sviluppo della persona attraverso una strategia didattica che prevede l’utilizzo di apposite strumentazioni di sostegno e l’incremento della comunicazione e collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante tutto l’arco dell’istruzione scolastica”.

 

 










Lascia un commento