Manovra: Ciocchetti, no a tagli indiscriminati enti teatrali

Roma, 10 giu. – (Adnkronos) – “Il teatro e’ un patrimonio nazionale che ritengo assolutamente necessario proteggere e preservare da tagli indiscriminati.Nella manovra viene abolito l’Eti ente teatrale italiano, inserito nell’allegato 2, con enti davvero inutili.
Per noi abolirlo e’ una follia”. Lo dichiara il capogruppo in commissione Cultura dell’Udc Luciano Ciocchetti in merito ai possibili tagli di enti teatrali previsti dalla manovra.
“Lo spettacolo dal vivo inoltre – prosegue Ciocchetti – e’ un settore gia’ trattato con distrazione e relegato ai margini della spesa pubblica, cosi’ che un ulteriore impedimento ai gia’ esigui crediti disponibili sarebbe da scongiurare in qualsiasi modo, oltre a non risultare determinante per il budget della manovra”.
“Mesi fa mi ero adoperato – conclude l’esponente dell’Udc – insieme ad altri esponenti della maggioranza e dell’opposizione ad approvare in commissione Cultura una riforma che tutelasse questa importante risorsa del nostro paese. Una riforma che, alla luce di quello che sta accadendo in questi giorni, sembra essere caduta nel dimenticatoio. Credo sia importante sostenere la promozione e la diffusione dello spettacolo dal vivo, allo scopo di assicurare pari opportunita’ di fruizione a tutti i cittadini nonche’ di salvaguardare la creativita’ e la liberta’ di espressione”.










Lascia un commento