Umbria, Universita’: Monacelli, salvaguardare corso laurea turismo

(ASCA) – Perugia, 11 giu – Azioni ed interventi da parte della Giunta Regionale dell’Umbria a salvaguardia del corso di laurea in Economia del turismo di Assisi. Li chiede, attraverso un’interrogazione, il capogruppo regionale dell’Udc Sandra Monacelli. L’impegno a difesa, evidenzia Monacelli ‘avvenga in una logica di scambio, volta a garantire la sopravvivenza di altre sedi decentrate, prescindendo anche da argomentazioni numeriche in riferimento agli iscritti’. L’esponente dell’Udc evidenzia che ‘nelle linee programmatiche 2010 – 2015 presentate al Consiglio, si afferma che il turismo rappresenta ‘il secondo motore dello sviluppo dell’Umbria proprio per la sua capacita’ di attivare consumi, investimenti e reddito in molti settori’: il risparmio finanziario e i tagli da attuare nei confronti delle Universita’ devono tenere conto delle esigenze di qualita’ al fine di valorizzare il ruolo strategico che le stesse Universita’ hanno nel tessuto economico, sociale, scientifico, culturale dell’Umbria. E’ inoltre opportuno, in un’ottica di attenta razionalizzazione finanziaria, perseguire per le sedi decentrate i criteri delle peculiarita’ territoriali, che danno senso alla presenza di corsi di laurea’. Il capogruppo ricorda che ‘nel 1993 ad Assisi nascevano i primi corsi di Laurea in Economia del Turismo, insieme all’Universita’ di Bologna con sede in Rimini. Ad Assisi e’ nato il ‘pensiero scientifico’ italiano sul tema dell’Industria dell’ospitalita’ e della pianificazione turistica del territorio attraverso la messa a punto di modelli didattici, ricerche e prototipi manageriali nonche’ corsi di aggiornamento professionale. Ancora oggi, malgrado siano state attivate oltre cento sedi in Italia legate a corsi universitari sul turismo, ad Assisi si e’ mantenuto inalterato il numero degli iscritti annuali, provenienti da tutta Italia, nel segno della qualita’ dei corsi in un settore strategico per lo sviluppo del Paese’.
Per il consigliere centrista, ‘i tagli prospettati ai finanziamenti statali determinano una condizione in cui l’Universita’ degli studi di Perugia dovra’ ridimensionare l’offerta fino ad oggi garantita’, mettendo in dubbio l’esistenza stessa del corso di laurea in economia del turismo di Assisi.










Lascia un commento