Rai: Rao, ok trasparenza, azienda non sia capro espiatorio

(ANSA) – ROMA, 11 GIU – ‘Una cosa e’ la giusta trasparenza sui compensi Rai, altra cosa e’ fare del servizio pubblico il capro espiatorio dei mali economici del paese’. Lo dice il capogruppo Udc in Vigilanza Rai Roberto Rao.
‘Sembra quasi – commenta il parlamentare – che la maggioranza in particolare dopo il fallimento del tentativo di eliminare le province ritenute inutili, scarichi su altri, con atteggiamenti piu’ improntati alla pura demagogia che alla responsabilita’, la propria incapacita’ ieri attaccando i premi dei nostri calciatori della nazionale ed oggi esercitandosi verso la Rai’.
E’ naturale e giusto, aggiunge, ‘che in un momento di grandi sacrifici per tutti, anche l’azienda finanziata in gran parte dal canone dei cittadini assuma un profilo improntato alla sobrieta’ e al risparmio, e su questo la politica puo’ e deve dare una indicazione alla governance dell’azienda con gli strumenti propri e nelle sedi competenti, altra cosa sarebbe favorire per legge chi sta sul mercato televisivo senza limiti di spesa’.










Lascia un commento