Udc: Carra, entrare nella maggioranza sarebbe un errore

(ANSA) – ROMA, 12 GIU – ‘Per Berlusconi far entrare l’Udc nella maggioranza sarebbe un’operazione brillante e a basso costo, mentre per noi sarebbe un errore. Detto questo, non sono cosi’ ingenuo da pensare che Casini e Cesa non si sentano al telefono con il premier’. Intervistato dal Corriere della Sera, il deputato dell’Udc Enzo Carra risponde a Fabrizio Cicchitto, che ieri ha parlato di ‘possibili convergenze’ con i centristi sulla manovra escludendo pero’ un allargamento della maggioranza.
‘Cos’ha in mente Cicchitto? Che noi dell’Udc diventiamo collaboratori a progetto della maggioranza? Troppo comodo’, dice Carra. ‘Capisco che Berlusconi vuole respirare, viste le assenze dei suoi in Aula, ma se pensa che apre la finestra e gli arriva lo stormo di centristi sbaglia. Fosse cosi’, Casini non lo chiamerebbero piu’ Pierfurby, ma Pierfessy’.
In merito al voto dell’Udc sulla manovra, ‘se il governo non la blinda, vedremo’, prosegue Carra. ‘Nelle parole di Cicchitto ho colto un’apertura all’opposizione. Forse c’e’ la possibilita’ di correggere i provvedimenti. Qualcosa deve cambiare: una manovra che colpisce i soliti e non tocca i ricchi non ci piace’.(ANSA).










Lascia un commento