Intercettazioni: Casini, non votiamo legge cosi’ com’e’

(AGI) – L’Aquila, 14 giu. – “La legge cosi’ com’e’ non la condividiamo e non lo votiamo, anzi siamo pronti a dire alla maggioranza ‘fermatevi fin che potete’ perche’ questa legge rafforza la delinquenza contro la legalita’ e gia’ questo, oltre a tutti i discorsi sulla liberta’ di stampa, e’ un motivo sufficiente per cambiare profondamente il testo nel passaggio della Camera”. Lo ha detto stamane a L’Aquila il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, parlando in particolare delle intercettazioni, nel corso della sua visita nel centro storico della citta’. Casini ha annunciato battaglia alla Camera ed ha aggiunto: “la Camera non e’ un passacarte del Senato, non e’ l’ufficio timbri, quindi – ha concluso – cerchiamo di cambiare questa legge in meglio perche’ il bicameralismo puo’ servire a questo”. 










Lascia un commento